Ritorna agli articoli

La tradizionale Zuppa di cozze del giovedì Santo.

Tra le tradizioni pasquali più amate a Napoli c’è sicuramente la Zuppa di cozze del giovedì Santo.

È abitudine prepararla per la cena del giovedì Santo, dopo essere tornati dalla “Messa della Cena del Signore” nella quale si ricorda l’Ultima Cena consumata da Gesù prima della sua passione e si rinnova il rito della “Lavanda dei piedi” di Gesù ai suoi discepoli.

Sembra che questa usanza abbia origini antiche, risalenti al periodo di Ferdinando I di Borbone. Una ricetta semplice ma ricca di gusto, piccante e dall’intenso sapore di mare, si prepara con pochi ingredienti, ma alla base è necessario utilizzare le cozze e il polpo e, secondo alcune versioni, anche con i gamberi e i maruzzielli, ovvero le lumache di mare.

Noi vi proponiamo la ricetta classica con cozze, polpo e peperoncino.

Ingredienti per 6 persone:

  • 1,5 kg cozze
  • 1 polpo da 1,5 kg
  • 200 g salsa di pomodoro
  • 400 g di freselle piccole
  • peperoncino q.b.
  • olio extra vergine d’oliva q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • sale e pepe
  • prezzemolo

 

Preparazione

In un ampio tegame, fate insaporire un fondo d’olio extra vergine di oliva con uno spicchio d’aglio e ponete le cozze, già lavate e pulite, che farete cuocere per pochi minuti, il tempo necessario per farle aprire tutte. Per velocizzare il processo, coprite le cozze con un coperchio, affinché si crei una cappa di vapore. Una volta aperte le cozze, mettetele in un piatto e filtrate l’acqua risultante dalla cottura.

Cuocete il polpo in abbondante acqua bollente: il sistema per cuocerlo è di calarlo e rialzarlo dall’acqua per tre volte, dopodiché immergerlo completamente e lasciarlo cuocere per almeno 30-40 minuti, o comunque, fin quando non sarà diventato tenero al tocco di una forchetta. Aggiustate di sale e pepe e ricordate di conservare il brodo di cottura.

In un pentolino mettete a scaldare l’olio extravergine di oliva con l’aglio, quando comincerà a bollire, unite la salsa di pomodoro concentrata e il peperoncino tagliato a pezzetti, abbassate la fiamma e fate cuocere mescolando spesso fino a che tutto l’olio non sarà salito in superficie. Quando tutto il concentrato si sarà depositato sul fondo, potrete filtrate l’olio piccante così ottenuto che può esser conservato anche per diversi mesi.

In un tegame unite l’acqua delle cozze con quella del polpo, portate di nuovo a ebollizione e unite parte dell’olio piccante preparato. Unite poi al brodo le cozze che avrete in parte sgusciato (per 1/3 circa) e il polpo tagliato a tocchetti. Lasciate cuocere a fuoco vivo col coperchio per altri 5-10 minuti e aggiustate di sale.

Per la preparazione del piatto, la tradizione vuole che si usino i piatti di terracotta, se non li avete, vanno bene anche dei comuni piatti fondi: disponete su ogni piatto 3/4 freselle, versateci sopra la zuppa di cozze e polpo, dell’altro olio rosso piccante e abbondante prezzemolo tritato. Servite caldo.

Che ne dite di questa ricetta? Anche vi siete soliti prepararla così?

Non vi resta che venire a fare la spesa nei nostri negozi e preparare la vostra zuppa di cozze!

Vi ricordiamo che giovedì 2 aprile siamo aperti in tutti e tre i nostri store con orario continuato.

 

Tanti auguri di una gustosa Pasqua da tutto lo Staff Delfino!

 

Fonte: cucina.allweb360.com – gamberorosso.it

Image Credit: brigatadicucina.it – blog.giallozafferano.it

Nessun commento

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×