Ritorna alle ricette

Spaghetti “ccu niru i sicci”
alla siciliana

Pulite le seppie e staccate a ciascuna la vescica contenente il nero, facendo attenzione a non romperle. Tagliate a listarelle le seppie e, dopo averle ben lavate, lasciatele sgocciolare.

Soffriggete nell’olio un trito di aglio e prezzemolo con il peperoncino. Versate le seppie e le vesciche con il nero. Aggiungete i pomodori, salate e lasciate cuocere a fuoco lento in tegame coperto per 20 minuti.

Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente, conditeli con il sugo e servite con una spolverata di prezzemolo tritato.

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×